header matera

A A A

20190411 073323Osservatorio comunale prezzi, distretto della salute, “nonno civico” e promozione dell’invecchiamento attivo, trasporto urbano, cure termali, sicurezza per gli anziani, fiscalità di vantaggio sono azioni volte a migliorare la qualità e di salute delle fasce deboli della popolazione, e in particolare dei pensionati, assicurando loro non solo un sostegno economico e sociale, ma anche una opportunità concreta di aggregazione, intrattenimento e svago. E’ quanto emerso ieri mattina, nella sala Mandela del Comune, dove i sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e UilpUil hanno siglato con gli assessorati alle Politiche sociali e al Bilancio del Comune di Matera un protocollo d’intesa sulla piattaforma welfare. All’incon - tro erano presenti il sindaco Raffaello De Ruggieri, gli assessori alle Politiche sociali e al Bilancio Marilena Antonicelli e Eustachio Quintano, i rappresentanti dei sindacati di categoria dei pensionati Angelo Vaccaro, Giuseppe Giannella e Giovanni Gaudiano (SpiCgil), Franco Coppola (Segretario provinciale Uil), Luigi Errico e Eustachio Lamacchia (Fnp-Cisl). “Il protocollo – ha spiegato il sindaco – affronta diverse criticità, prima fra tutte quella della lievitazione dei prezzi. Questa città sta crescendo e avere a disposizione l’osservatorio comunale è importante, se si vuole fare una politica di attrazione per i giovani, che non possono trovare prezzi così alti, pur essendo affascinati della città. Oggi assistiamo ad una lievitazione di costi di beni e servizi che appare ingiustificata e che determina disequilibri sociali: pesantissimi, per esempio, sono i canoni locativi, che non consentono ai giovani, in cerca di opportunità, di vivere a Matera”. Il protocollo d’intesa è frutto di un lavoro di diversi mesi, proprio per orientare le politiche di coesione sociale e adattarle alle esigenze dei cittadini. “Stia - mo predisponendo - ha spiegato Antonicelli – un bando in campo socio –assi - stenziale, per aiutare chi vive in condizioni di disagio, con un contributo di 600 mila euro, ma è previsto anche un supporto alle cure termali di circa 30 mila euro”. L’assessore Antonicelli ha anche illustrato il  protocollo d’intesa in Comune denominato “Nonni civici”, rivolto ai cittadini in pensione che intendono dedicarsi alla collettività. “L’impegno dell’amministrazione comunale –ha detto l’assesso - re Quintano – è quello di indirizzare le risorse disponibili, orientandole al conseguimento degli obiettivi che ci siamo prefissi con l’accordo. La piattaforma welfare, che abbiamo siglato, è una novità positiva per fornire livelli di efficienza maggiore nella spesa per l’assistenza e per il sostegno alle fasce sociali più deboli”. Pienamente soddisfatti per l’accordo raggiunto i rappresentanti dei sindacati che hanno sottolineato che tra gli argomenti da affrontare nel 2019 si inseriscono quelle riguardanti le politiche di coesione sociale, attraverso il giusto utilizzo delle leve fiscali e tributarie. In questa direzione è indirizzata l’ipotesi di utilizzare le economie di gestione della Tari per sgravi fiscali sulle famiglie più svantaggiate.Mariangela Lisanti